top of page

Ragadi al seno, ragadi da allattamento, scopri come intervenire con i rimedi naturali

Aggiornamento: 6 giu

I migliori rimedi naturali per le ragadi al seno ed alleviare il dolore causato dalle ragadi da allattamento

L'allattamento al seno è amore e nutrizione che spesso però viene gestito con apprensione e timore dalle mamme, soprattutto a causa del fastidio causato dalle tanto temute ragadi al seno, ragadi da allattamento, che possono però non causare complicazioni all'avvio dell'allattamento, grazie all'impiego dei rimedi naturali.

Le ragadi sono delle abrasioni, delle piccole escoriazioni, piccoli tagli causate per lo più da un attacco scorretto durante la suzione. Il primo accorgimento è di rivolgersi a professionisti qualificati in allattamento per apprendere il corretto attacco e correggere gli errori che hanno portato alla formazione delle ragadi, in modo tale da non crearne di nuove.

Il secondo accorgimento è quello di intervenire per alleviare il disagio e permettere il naturale e piacevole avvio dell'allattamento utilizzando preferibilmente dei rimedi naturali che non vadano a nuocere a mamma e neonato.

mamma che allatta bambino
ragadi al seno ed allattamento doloroso

Il primo rimedio che si può utilizzare, senza alcun costo di acquisto è il latte stesso proveniente dal seno. Dopo ogi poppata è molto utile, infatti, spremere manualmente e spargere qualche goccia del latte materno sul seno nella zona dove si sono formate le ragadi e lasciare asciugare.

Può essere di grande giovamento, per rimarginare i tagli la vitamina E (tocoferolo).


Oleolito di Calendula per cicatrizzare le Ragadi

Uno dei migliori prodotti naturali che possiamo reperire in qualsiasi erboristeria o farmacia e che ha molteplici usi per la mamma e per il bambino è la Calendula, nota per le sue proprietà cicatrizzanti, antisettiche, antimicotiche e antinfiammatorie.

Consiglio di alternare oleolito di calendula con oleolito di camomilla (matricaria) per il suo effetto antinfiammatorio dato dall'azulene, dal potere lenitivo e calmante, molto utile in caso di irritazioni della cute.

E' indispensabile avere in casa l'oleolito di calendula, ci verrà in soccorso da utilizzare come cicatrizzante per le ragadi al seno, per i punti di sutura post episiotomia o cesareo e per il cambio pannolino del nostro bambino.


Ragadi e Omeopatia

Un valido alleato dell'allattamento è anche l'omeopatia, possiamo infatti anche optare per una pomata omeopatica a base di Calendula, Hypericum, Achille, Ledum Palustre, Anemone Pulsatilla da applicare 2-3 volte al giorno, soprattutto se le ragadi sono accompagnate da prurito.

Molto utili in caso di ragadi al seno sono anche i seguenti rimedi:

Phytolacca 9 CH e Ratanhia 9 CH, soprattutto se i tagli tendono ad infettarsi e l'allattamento risulta doloroso, al punto tale da impedirlo. Nitricum acidum 9 CH se il dolore è estremo anche al solo sfioramento delle ragadi.

Graphites 9 CH aiuta, invece, se si osserva anche secrezione di siero denso che si trasformano in croste che si rimuovono con la suzione ma si riformano subito dopo.

E' sempre buona norma rivolgersi al proprio omeopata di fiducia, per valutare i rimedi più appropriati in base alla casistica ma soprattutto alla persona.


Spero che il mio articolo possa essere di aiuto a tutte quelle mamme che hanno bisogno un piccolo aiuto per avviare un allattamento sereno ed appagante.

Se vuoi saperne di più sulla Naturopatia Infantile



8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page